L’adozione di uno stile di vita sano e all’insegna dell’equilibrio passa anche dalle scelte che compiamo, da cosa scegliamo di portare sulla nostra tavola.
Diverse sono infatti le domande a cui rispondere una volta intrapresa la strada del benessere; qual è  la corretta alimentazione per difendere la salute del nostro cuore? Quali i cibi più adatti e quelli da evitare? Esistono “grassi buoni”? Procediamo un passo alla volta.

Cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è un composto organico essenziale nello svolgimento di diverse funzioni biologiche come la regolazione della fluidità delle membrane cellulari e la sintesi degli ormoni steroidei.
Naturalmente prodotto dal nostro organismo (l’80% del colesterolo è endogeno, ossia generato dal nostro corpo), diventa nocivo se la sua concentrazione nel sangue diventa eccessiva.

Esistono diversi tipi di colesterolo?

Colesterolo HDL: conosciuto come “colesterolo buono”, elimina dalle pareti dei vasi sanguigni il colesterolo in eccesso.

Colesterolo LDL: conosciuto come “colesterolo cattivo”, trasporta il colesterolo all’interno del nostro organismo e, se  presente in quantità eccessive, può depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni, dando origine a disturbi e problematiche di diverso tipo.

Non tutti i grassi vengono per nuocere

I grassi che assumiamo attraverso l’alimentazione appartengono a tre gruppi, ognuno con un differente effetto sui livelli di colesterolo nell’organismo;

  • Grassi saturi: i meno sani fra i tre gruppi, aumentano il livello di colesterolo LDL nel sangue
  • Grassi polinsaturi: nelle giuste quantità, diminuiscono il livello di colesterolo LDL nel sangue
  • Grassi monosaturi: nelle giuste quantità, mantengono stabili i livelli di colesterolo HDL nel sangue e diminuiscono i livelli del colesterolo  LDL

Come può aiutarmi la carne rossa a tenere sotto controllo il mio livello di colesterolo?

Più della metà dei grassi contenuti nella carne rossa è di tipo monosaturo, e contribuisce quindi ad abbassare il livello di colesterolo LDL nel sangue; da non sottovalutare inoltre è il suo elevato contenuto di vitamina A, B e acidi grassi omega 3, universalmente riconosciuti come agenti fondamentali nel controllo dei livelli di colesterolo nel sangue.

Qualche consiglio in più

  • Non esagerare con olio e burro, preferendo loro altre tipologie di condimento
  • Utilizza metodi di cottura che non aumentino il contenuto di grassi di quello che cucini (al vapore, alla griglia, al forno).