Di famiglia in famiglia, una passione che dura da secoli

In Irlanda il bestiame è nel DNA non solo degli allevatori ma anche della popolazione stessa. Questo paese vanta infatti un’antica tradizione nell’allevamento del bestiame: le aziende agricole sono di tipo tradizionale e a conduzione familiare e gli allevatori ritengono che il cibo migliore sia quello più semplice e naturale.

In Irlanda il bestiame può essere alimentato principalmente con erba grazie al fatto di avere una delle stagioni vegetative più lunghe di tutto l’emisfero settentrionale e questo contribuisce a produrre carne di prima qualità. Basta assaggiare la carne bovina irlandese per capire perché solo la migliore erba produce carne superba.

Ivor e Joe Deverell

Geashill, Tullamore
Contea di Offaly

deverell-618x409px

Offaly è una contea delle Midlands e fa parte della grande fascia centrale di pascoli dell’Irlanda. È qui che zio e nipote, Joe e Ivor Deverell, si occupano dei loro 520 acri di terra a Geashill, nei pressi di Tullamore. Dei 520 acri totali, 420 sono a pascolo e i rimanenti sono destinati a coltivazione. I Deverell gestiscono anche uno spaccio a Tullamore che, tra gli altri prodotti, vende parte della loro produzione di carne bovina Hereford a una clientela locale fidelizzata e molto esigente.

Ivor e Joe gestiscono un allevamento di 110 vacche Hereford che include animali da reddito e capi certificati di razza pura.
L’inseminazione è affidata ai quattro tori Hereford di razza pura presenti in azienda. I Deverell portano avanti con orgoglio la tradizione familiare nelle loro attività quotidiane. Il padre di
Ivor è stato membro fondatore della Hereford Breeders Association of Ireland, mentre l’origine della maggior parte delle vacche presenti oggi in azienda può essere ricondotta ai due capi Hereford di razza pura ricevuti più di 70 anni fa dai suoi nonni come regalo
di nozze.

John Kent

Ballinamona,
Contea di Waterford

john-kent

La Contea di Waterford si trova sulla costa e fa parte della provincia di Munster, nella fertile zona sudorientale dell’Irlanda. Ballinamona (letteralmente “città della torba”) si trova nelle immediate vicinanze di Waterford City, patria del famoso cristallo, ed è qui che la famiglia Kent si occupa dei 195 acri di superficie prativa e coltivata. 75 acri dell’azienda agricola sono coltivati ad avena (e riforniscono Flahavan’s, il marchio leader in Irlanda per i prodotti a base di avena per la prima colazione), mentre la parte rimanente viene utilizzata per l’alimentazione del bestiame e dei cavalli dell’allevamento di famiglia. L’azienda agricola dei Kent è condotta dal figlio John che condivide la gestione giornaliera con il manager dell’azienda Gerry Lenihan. John sta sviluppando un allevamento di bovini Angus di razza pura da allevare parallelamente all’allevamento della linea vacca-vitello che finora rappresenta il punto di forza dell’azienda. Al termine dell’operazione, i Kent disporranno di una mandria di 25 capi Angus di razza pura e di una mandria di 50 vacche nutrici per la produzione di vitelli di razza Angus.

Richard Hogg

Stoneyford,
Contea di Kilkenny

hogg-618x409px

A due passi dal paesino di Stoneyford nella fertile contea di Kilkenny, ricca di pietra calcarea, l’azienda agricola di 160 acri di Richard Hogg è divisa in due: 40 acri sono adiacenti alla casa padronale e gli altri 120, un tempo parte del famoso Floodhall Estate, distano circa un chilometro e mezzo. Richard ha di recente rilevato la gestione dell’azienda agricola dal padre. L’allevamento di ovini (con 300 femmine) costituisce l’attività principale, ma anche i bovini hanno un ruolo importante: Richard possiede una mandria di 30 vacche nutrici e un toro Angus. Le vacche sono principalmente incroci Simmental e partoriscono tutte in autunno. Grazie al letto calcareo ben drenato, qui il terreno offre agli allevatori due vantaggi: è necessaria una quantità molto esigua di integratori da aggiungere all’alimentazione a base d’erba dei bovini e un periodo di stabulazione fissa limitato ai mesi invernali.

Ben Colchester

Urlingford,
Contea di Kilkenny

colchester-618x409px-1

Con un’azienda agricola a conduzione familiare di 194 acri a produzione biologica diversificata, nel cuore della Contea di Kilkenny, i Colchester vendono la maggior parte dei loro prodotti localmente nel proprio spaccio. L’azienda agricola è composta da circa 78 acri di superficie prativa, 57 acri di superficie coltivata, 57 acri di superficie boschiva e due acri di habitat naturale. L’azienda ha iniziato a dedicarsi alla produzione biologica nel 1974, spinta dal desiderio di fornire prodotti di qualità piuttosto che prodotti di prima necessità.

Il profilo dell’azienda agricola dei Colchester è altamente diversificato e, con la sola eccezione della corrente elettrica, è autosufficiente dal punto di vista energetico. Sono presenti 14 vacche nutrici, 140 pecore, 1.300 tacchini, 3.000 polli e 40 alveari. L’azienda produce inoltre il proprio biocarburante. Mentre una parte degli animali da ingrasso viene venduta a un distributore ed esportatore specializzato in prodotti biologici, i bovini e gli agnelli, venduti direttamente dall’azienda agricola, sono destinati alla macellazione presso un mattatoio locale. Tutto il pollame viene invece macellato direttamente presso un mattatoio dell’azienda appositamente costruito e dotato di tutte le certificazioni; successivamente viene congelato in un apposito magazzino frigorifero.

Ben ed Elaine Ryall

Fellfort Farm, Watergrasshill,
Contea di Cork

ryal_618x409px

La Fellfort Angus Farm è un’azienda agricola di 185 acri situata a Watergrasshill, nella Contea di Cork. Circa 50 acri di terreno sono in affitto. L’80% del terreno è a pascolo e la parte rimanente a orzo primaverile.

I Ryall possiedono 70 vacche e tre tori riproduttori. Fatta eccezione per alcuni capi da reddito, incroci Shorthorn e Angus, tutte le vacche sono di razza pura Angus. La linea di sangue di molti capi può essere ricondotta a tre vacche Angus acquistate dal padre di Ben nel 1956. Ben ritiene che questa razza sia particolarmente adatta all’allevamento in Irlanda e produca carne di ottima qualità grazie ad un’alimentazione basata principalmente sul pascolo. In genere, nel corso dell’anno vende fino a 20 dei suoi migliori vitelli di 12-18 mesi come tori riproduttori ad altri allevatori di Angus o ad allevatori di bovini da reddito. I maschi che non vengono venduti per scopi riproduttivi sono destinati all’ingrasso per la macellazione quando raggiungono i 18 mesi

Le manzette, che Ben non tiene come capi da rimonta nella mandria, sono destinate alla macellazione attorno ai 18-22 mesi. Gli animali destinati al finissaggio prima della macellazione vengono nutriti a pascolo o con insilato e con parte dell’orzo coltivato sui terreni dell’azienda. A parte una piccola quantità di soia e polpa di barbabietola acquistata localmente, non sono richiesti altri alimenti zootecnici. Il fieno ricavato dal raccolto di orzo fornisce le lettiere durante i mesi invernali.

Billy Nicholson

Crosshaven,
Contea di Cork

nicholson

Esattamente come il porto su cui si affaccia a Crosshaven nella Contea di Cork, l’azienda agricola di 450 acri di Billy Nicholson riesce a coniugare perfettamente il lato più pittoresco con quello più pratico.

La sua azienda, una tra le prime ad aver aderito al West Cork Beef Producer Group, si distingue per la sua varietà: 230 acri sono destinati a superficie prativa, 120 acri a superficie boschiva e 100 acri a superficie coltivata e a barbabietola da foraggio. Billy gestisce un sistema integrato di allevamento linea vacca-vitello, eliminando in questo modo le difficoltà legate al reperimento di vitelli in svezzamento di qualità. Allevando personalmente i propri vitelli, è in grado di garantire la fornitura di bestiame che produrrà carne bovina della migliore qualità. Billy possiede in totale 100 vacche nutrici, tutte incroci Simmental e Charolais, che partoriscono in primavera: i capi maschi sottoposti all’ingrasso (finissaggio) sono infine avviati al macello come vitelloni o manzi, mentre le vitelle non utilizzate per la rimonta sono destinate all’ingrasso.

David Johnson

Penrose House, Redcross Village,
Contea di Wicklow

jhonson-618x409px

David Johnson si occupa di 280 acri nei pressi dell’incantevole villaggio di Redcross, nella Contea di Wicklow. Dei 280 acri, 60 sono affittati e sono destinati al pascolo.

David gestisce un sistema di allevamento linea vacca-vitello, con 100 vacche nutrici. Principalmente incroci Charolais e Limousin, le vacche sono inseminate da due tori Charolais, con un terzo toro Limousin utilizzato per fini riproduttivi per giovenche destinate alla rimonta. David si serve inoltre per l’inseminazione artificiale di un toro Charolais. Oltre il 50% dei bovini macellati ottiene una certificazione di qualità di livello U o superiore. I vitelli maschi nati in autunno sono destinati all’ingrasso fino al raggiungimento di 20-22 mesi di età, mentre le femmine, sempre nate in autunno e non utilizzate per la rimonta, sono destinate all’ingrasso fino al raggiungimento dei 19 mesi. I vitelli maschi nati in primavera sono destinati all’ingrasso fino a quando raggiungono i 24 mesi di età, mentre le femmine nate in primavera e non utilizzate per la rimonta sono destinate all’ingrasso sino al raggiungimento dei 15-16 mesi.

 

Denis e John Large

Urard, Urlingford,
Via Thurles, Contea di Tipperary

large_618x409px

I fratelli Denis e John Large possiedono circa 900 acri nei pressi della cittadina di Urlingford, lungo il confine tra le contee di Tipperary e Kilkenny. Sono la terza generazione della famiglia a occuparsi dell’azienda agricola.

Più di 200 acri sono affittati, mentre 100 acri sono destinati a coltivazione e a barbabietola da foraggio, utilizzata per alimentare i bovini e gli ovini. La terra circonda il più alto turlough d’Irlanda, un lago stagionale che si riempie ogni inverno per scomparire poi in primavera. Denis e John possiedono in tutto 190 vacche nutrici e 700 pecore. Le razze bovine sono varie e sono incroci Charolais, Simmental e Limousin. Circa il 60% figlia in autunno, mentre il rimanente 40% partorisce in primavera. L’azienda agricola ha quattro tori, due Charolais, destinati  a vacche mature e due tori Angus, impiegati specificamente per le manze da rimonta. Il Teagasc, l’ente per lo sviluppo del settore dell’agricoltura e dei prodotti alimentari irlandese, utilizza l’azienda agricola per condurre esperimenti di valutazione lineare sui nuovi ovini maschi.

Derek Deane

Tombeagh, Hacketstown,
Contea di Carlow

Farmer-and-cattle-620x425

Negli anni Settanta, Derek e Mary Deane hanno rilevato l’impresa di famiglia a Kiltegan, nella Contea di Wicklow a sud di Dublino, continuando una tradizione familiare che risale addirittura al 17° secolo.

L’azienda agricola, che è interamente a pascolo, ha una superficie di 160 acri, 40 dei quali sono in affitto. Sono presenti un totale di 90 vacche nutrici e 110 pecore. Le vacche sono prevalentemente incroci Limousin, coperte principalmente da un toro Belgian Blue. Tutte le vacche partoriscono in primavera e Derek cerca, nei limiti del possibile, di mantenere la stagione della filiazione tra febbraio e aprile. Ritiene che la combinazione tra ovini e bovini sia particolarmente utile per la qualità dei pascoli dell’azienda agricola. Prima di adottare lo schema REPS, Derek ha avviato un programma di piantumazione di alberi a foglia larga e di conservazione e sostituzione di siepi divisorie.