Vitamine, minerali, proteine; inseguire il benessere spesso diventa un rebus, impegnati come siamo a bilanciare tutti i nutrienti e gli elementi benefici di cui il nostro corpo ha bisogno.

Oggi ci concentriamo sull’altra parte della mela, le donne, e su come l’adozione di una dieta ricca di ferro possa migliorare la loro salute. L’organismo femminile ha un fabbisogno medio di ferro maggiore rispetto a quello maschile (14 milligrammi contro i 10 nell’uomo), e di questo va sempre tenuto conto quando si decide di adottare un particolare regime alimentare; sono differenti i cibi ad alto contenuto di ferro, come i cereali, la frutta e la carne rossa, e proprio quest’ultima si è rivelata la più efficace nell’evitare i disagi legati ad un’alimentazione povera del minerale.

Perché la carne?

I nutrizionisti la consigliano in quanto il ferro presente nella carne è più facilmente assorbito dall’organismo rispetto al ferro presente all’interno di cereali e legumi; è dalla carne e da altri alimenti fortemente proteici che otteniamo il 30% del nostro fabbisogno di ferro, e il suo consumo è molto più tollerato dal corpo rispetto all’utilizzo di integratori alimentari.

Quali sono i consigli per migliorare l’assorbimento di ferro?

  • Combinare la carne con porzioni di verdura e cereali ti aiuterà ad assorbire in maniera più facile sia il ferro presente nella carne che quello contenuto in queste.
  • Dai la preferenza a bevande ricche di vitamina C, come una spremuta d’arance o un succo d’uva.
  • Non esagerare con tè e caffè; l’eccessivo consumo rallenta l’assorbimento di ferro nel tuo organismo
  • Fagioli e piselli sono fra gli alimenti con il maggior contenuto di ferro, è quindi buona abitudine integrarli il più possibile nel proprio regime alimentare.