How the world can end hunger in our lifetime..

Milano, 10 settembre 2015 – Giornata ricca a Expo… di emozioni, di ospiti, di contenuti. L’ Irlanda, anche questa volta, ha fatto la sua parte, sostenendo fortemente le iniziative del World Food Programme, agenzia delle Nazioni Unite impegnata nella lotta alla fame nel mondo.

Domenica 6 Settembre, a Expo, sul palco dell’Expo centre, il Ministro dell’Agricoltura irlandese Simon Coveney ha annunciato una donazione da 60m di euro per i prossimi 3 anni: un vero esempio per molti altri Paesi. Ed era proprio questo l’obiettivo di questa giornata che ha portato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, i Ministri dell’agricoltura di Italia e Irlanda, Maurizio Martina e Simon Coveney, la rock star Irlandese (leader degli U2), Bono Vox, e la direttrice del World Food Programme Ertharin Cousin a riunirsi in una tavola rotonda per affrontare temi importantissimi, quali la fame nel mondo e la migrazione, e per coinvolgere tutti i 140 Paesi partecipanti a Expo, al fine di rafforzare e rendere più stabili i finanziamenti ai programmi del WFP. Un obiettivo importante e ambizioso che il leader degli U2 e Ertharin Cousin promuovono con tanta grinta e determinazione.

Bono ha iniziato il suo Expo tour partendo dal Padiglione Zero, per poi visitare il Padiglione Irlanda, suo paese natale, accompagnato dal Ministro Coveney, il Segretario Generale del Ministero dell’Agricoltura, Aidan O’Driscoll, e il CEO di Bord Bia – Irish Food Board, Aidan Cotter, per scoprire Origin Green, il primo programma di sostenibilità su scala nazionale a livello mondiale avviato da Bord Bia nel giugno 2012 al fine di rendere l’Irlanda leader mondiale nella produzione sostenibile di alimenti e bevande di alta qualità.

Al termine del tour guidato del Padiglione è poi seguito un ricevimento privato presso la terrazza del Padiglione Irlanda, organizzato da Bord Bia in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura irlandese.

Per l’occasione Giorgio Pellegrini, Presidente dell’Associazione Macellai di Milano e Irish beef ambassador, ha creato un menù speciale a base di carne irlandese e altri alimenti e bevande provenienti dall’Isola di Smeraldo.

Un grande successo, potremmo dire.. una giornata costruttiva. E ovviamente l’Irlanda e’ fiera di aver dato il proprio contributo.