Imparare a conoscere i migliori tagli di carne bovina

La carne bovina irlandese ha un sapore ricco e gustoso perché il nostro bestiame può pascolare liberamente in pascoli verdi e lussureggianti. Ed è proprio questo che rende la nostra carne così succulenta e irresistibile! Ma per poter dire di conoscere bene la carne bovina, è necessario conoscerne i tagli, i sapori e la consistenza. Per utilizzare la carne nel migliore dei modi è utile imparare a distinguere i vari tagli e conoscere i metodi di cottura più indicati. Solo in questo modo se ne potranno sfruttare al meglio le caratteristiche.

girello-new

Girello di coscia

Il girello è il muscolo della coscia che parte dalla porzione inferiore del taglio posteriore del manzo. È un taglio molto magro, senza osso, che richiede una cottura a fuoco lento e con l’aggiunta di liquidi per rendere la carne morbida e tenera. Taglio ideale per cottura in umido e per brasati.


Vedi le ricette
fesa-new

Fesa

La fesa è il taglio tradizionalmente scelto per gli arrosti. È ricavato dal quarto posteriore. Ha una marezzatura minima, che lo rende estremamente magro. La cottura lenta arrosto con poco liquido o con un leggero strato di grassi contribuisce a rendere il taglio più tenero, a mantenere la carne morbida e a conferire un sapore davvero eccezionale. È ottimo servito al sangue ma lo si può tagliare in fettine da cuocere alla griglia o in padella.


Vedi le ricette
sottofesa-new

Sottofesa

Come la fesa, la sottofesa è un altro taglio magro ottenuto dal quarto posteriore. Oltre ad essere molto conveniente, se cucinata nel giusto modo, può essere tra i tagli più gustosi. Con l’aggiunta di condimenti, la morbidezza e il sapore rimarranno intatti. È un taglio ideale per la cottura in umido. Se macinata grossolanamente è perfetta per ottenere fantastici hamburger da cuocere a piacere.


Vedi le ricette
roastbeef-new

Roast Beef o Controfiletto

Il controfiletto è un taglio tradizionale ricavato dalla lombata: vanta numerosi fedelissimi estimatori ed è stato in passato il piatto preferito dai nobili. Leggermente più asciutto di una costata di manzo, per via del minore contenuto di grassi e un gusto più intenso rispetto al filetto, il controfiletto è un taglio di prima qualità ideale per cucinare fettine dal gusto ricco e intenso. Se la carne è ben frollata, sarà tenerissima. Perfetto per cottura alla griglia, in padella o per barbecue.


Vedi le ricette
filetto-new

Filetto

Il filetto è il muscolo meno usato nel manzo ed è talmente tenero da sciogliersi in bocca: questo taglio dal sapore molto delicato ha un basso contenuto di grassi e, se lasciato frollare, conserva la ricchezza e la pienezza del gusto. È un taglio di prima qualità molto apprezzato per la cottura alla griglia e in padella (servito possibilmente al sangue), ma lo si può lasciare anche intero per arrosti molto speciali.


Vedi le ricette
picanha-new

Picanha

La picanha è un taglio di manzo dalla forma triangolare molto popolare nelle churrascherie del Sud del Brasile. Spesso erroneamente confusa con il top sirloin, in Italia possiamo acquistarla nelle macellerie come codone di manzo o copertina dello scamone. Si tratta infatti del muscolo tappatura della zona groppa, facilmente riconoscibile dallo spesso strato di grasso che lo ricopre. Non trattandosi di un muscolo che si muove nel corso della vita dell’animale, rimane molto tenero e lo strato di grasso conferisce alla carne sapore e sugositá.


Vedi le ricette
noce2

Noce

La noce è probabilmente la parte più tenera della coscia (taglio posizionato all’inizio dell’anca). La carne è molto gustosa e al tempo stesso magra, quindi, per renderla più succulenta, servirà un metodo di cottura lento. La noce è utilizzata per la cottura in umido, ma è perfetta anche per preparare bistecche succulente.


Vedi le ricette
scamone-new

Scamone

Lo scamone è un taglio di prima categoria formato da grandi masse muscolari che si trovano sulla groppa, al termine della lombata. Data la sua elevata tenerezza è un taglio ideale per brasati, stracotti e stufati; non mancano però le occasioni in cui viene utilizzato e apprezzato per cotture alla griglia. Lo scamone può inoltre sostituire molte altre parti, se queste non risultano disponibili. È il taglio base quando si decide di preparare un carpaccio di manzo.


Vedi le ricette
pesce-campanello-new

Pesce/Campanello

Il campanello è un taglio di terza categoria, formato dal tendine di Achille, e dai muscoli che coprono la parte posteriore della tibia. Essendo un taglio magro, si presta moltissimo a preparazioni come spezzatini, stracotti e stufati, e a tutte le cotture in casseruola, con aggiunta di vino, pomodoro, verdure. Dalle parti esterne vengono invece ricavate bistecche, ideali per la cottura alla brace.


Vedi le ricette
entrecote-rebeye2-new

Entrecôte Ribeye

I tagli con forte marezzatura sono perfetti per preparazioni che richiedono una cottura lenta, soprattutto arrosto, mentre i tagli con l’osso mantengono un sapore più intenso, più ricco e decisamente delizioso. Ben sgrassati, sono perfetti per le grandi occasioni o per arricchire qualsiasi tavola. È un taglio perfetto per cottura al forno ad alta temperatura e alla griglia se ha l’osso. Una costata di manzo è sufficiente per due persone.


Vedi le ricette
pancia-new

Pancia

La pancia è un taglio molto versatile e come la fesa ha una marezzatura minima che lo rende molto magro. Viene spesso usato per essere macinato, ma può avere infiniti utilizzi: i più frequenti sono tasche, arrotolati, piatti a lunga cottura in casseruola o brasati. Un’alternativa interessante è provarlo marinato e poi grigliato e servito a fettine.


Vedi le ricette
copertina-new-

Copertina/Cappello del prete

Sono i muscoli più usati nel manzo e i tagli hanno un gusto straordinariamente ricco. Il sottospalla, contenendo la maggior parte dei muscoli della spalla, richiede una buona rifilatura e una cottura lenta che ammorbidisce i tessuti connettivi duri, rendendola particolarmente tenera e conferendo un sapore ricco e intenso. Sono i tagli migliori per la carne macinata, per la cottura in casseruola o per brasati.


Vedi le ricette
fesone-spalla-new

Fesone di spalla

È un taglio più conveniente rispetto alla costata di manzo. La sua marezzatura e il contenuto extra di grasso lo rendono perfetto per arrosti a lenta cottura. Con l’osso, la carne mantiene un gusto più dolce e intenso. Perfetto per arrosti a lenta cottura con poco liquido che rendono il taglio più tenero, dando un piatto davvero eccellente.


Vedi le ricette
tronchetto-new-

Tronchetto scalzato senza coperta

Il Tronchetto è il taglio intero non sezionato del costato bovino; utilizzato frequentemente in costate, è una carne molto matura, con un sapore bilanciato tra morbidezza e succulenza.


Vedi le ricette
cuore-di-reale-new1

Cuore di reale squadrato

È un taglio ricavato dalla parte sovrastante la spalla, composto da una grossa massa muscolare divisa in due parti: quella superiore più magra e quella inferiore leggermente venata di grasso.
Il cuore di reale richiede una cottura lunga e lenta, caratteristica che lo rende adatto per cotture in umido e casseruola come bolliti, spezzatini, brasati e macinati.


Vedi le ricette
geretto-new1

Geretto

Ricavato dalla coscia, il geretto è il taglio di carne bovina meno tenero. Una lenta cottura in un liquore profumato permette di ottenere una carne dal gusto molto intenso e dalla magnifica consistenza gelatinosa. Un taglio perfetto per stufati o per arricchire le zuppe durante la stagione fredda, ma ideale anche per brasati dal gusto unico.


Vedi le ricette
punta-petto-1

Punta di petto

La punta di petto è un taglio ricavato dal petto, meno tenero e con limitata marezzatura. È ideale per cottura in umido e per preparazioni a lunga e lenta cottura; preparata in questo modo, la carne si staccherà dall’osso, rilasciando sapori ricchi e intensi.


Vedi le ricette